Questo sito implementa cookie tecnici e di profilazione. La prosecuzione della navigazione o l'interazione con la pagina, come l'esecuzione di un attività di scrolling dei contenuti o il click su un elemento, comporta la prestazione al consenso dell'uso dei cookie.

La Formazione per i Docenti

A cura della Prof.ssa Maria Elisabetta Tundo

Funzione strumentale per l’'area “Formazione e sostegno docenti”
e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

 La legge 107/2015 propone un nuovo quadro di riferimento per lo sviluppo professionale dei docenti. In particolare l'art. 1, c. 124 recita "Nell'ambito degli adempimenti connessi alla funzione docente, la formazione in servizio dei docenti di ruolo è obbligatoria, permanente e strutturale. Le attività di formazione sono definite dalle singole istituzioni scolastiche in coerenza con il piano dell'offerta formativa e con i risultati emersi dai piani di miglioramento delle istituzioni scolastiche previsti dal regolamento di cui al decreto del Presidente della Repubblica 28 marzo 2013, n. 80, sulla base delle priorita' nazionali indicate nel Piano nazionale di formazione, adottato ogni tre anni con decreto del Ministro dell'istruzione, dell'universita' e della ricerca, sentite le organizzazioni sindacali rappresentative di categoria".

 

L’art16 della L. 8 novembre 2013, n. 128, aveva già reintrodotto il concetto di obbligatorietà della formazione per docenti relativamente a specifici settori  e aree tematiche.

Con la legge 107/2015 sono finanziate azioni nazionali e territoriali di formazione in servizio, ma nel contempo è riconosciuta pari dignità alle scelte formative personali di ogni docente.

 

 

PERCHE’ FORMARSI?

Il senso della formazione:

  1. Esigenze nazionali, in linea con le 9 priorità del sistema stabilite dal MIUR.
  2. Miglioramento della scuola, in termini di legami tra bisogni individuali, bisogni della scuola e del territorio e in relazione al Piano di Formazione d’Istituto (indicatore per il RAV e per la valutazione del DS).
  3. Sviluppo personale e professionale, con riferimento agli standard professionali e al portfolio professionale del docente.

La crescita professionale del personale scolastico, la partecipazione attiva al dibattito culturale e il contributo concreto all’innovazione e alla qualificazione del sistema educativo e del sistema Paese rappresentano condizioni per restituire unna rinnovata credibilità sociale a chi opera nel mondo della scuola.

La formazione deve essere considerata come una responsabilità professionale, un dovere connaturato alla deontologia della funzione docente da intendersi non in termini individuali ma soprattutto collettivi per la costruzione di una comunità educante che condivide pratiche.

 

 

QUALE FORMAZIONE?

Il Piano di Formazione deliberato dal Collegio dei Docenti è un’opportunità per la scuola perché permette di scegliere percorsi condivisi che concilino i bisogni dei singoli e quelli necessari per sostenere e accompagnare i processi di miglioramento e innovazione della nostra scuola. Il fine è l’innalzamento della qualità complessiva dell’insegnamento.

Ad una formazione “bottom up” che risponde alle scelte collegiali si affianca quella “top down”. Il Miur, nello specifico, “definisce indirizzi strategici, regole di funzionamento”, “imposta un sistema per lo sviluppo professionale dei docenti”, “monitora e valorizza i risultati delle attività di formazione”, “ripartisce efficacemente le risorse pubbliche”, sviluppa accordi aggiuntivi con i partner per la formazione.

Il Ministero definisce, ogni tra anni, tramite il Piano Nazionale per la Formazione, le priorità strategiche del sistema e le regole per il funzionamento dello stesso, rendendo coerenti le diverse iniziative formative: formazione iniziale, formazione dei docenti neoassunti, formazione in servizio per l’attuazione dei piani di miglioramento, supporto alle innovazioni introdotte dalla legge 107/2015.

La nostra scuola è stata individuata all'interno della Rete di Ambito 17, Scuola capo-fila e Scuola-polo per la Formazione, con il compito di coordinare la progettazione, organizzare le attività formative e gestire dal punto di vista amministrativo-contabile le iniziative di formazione della Rete; oltre a ciò la Scuola – Polo si interfaccia con l’USR per le attività  di co-progettazione, monitoraggio e rendicontazione.

 

 

 

DOCUMENTI UTILI PER APPROFONDIMENTO:

Piano per la formazione dei docenti - Miur

Circolare MIUR del 6/3/2017 di approfondimento sul tema della Formazione 

 

 

 

FORMAZIONE INTERNA AL PIANO TRIENNALE DI ISTITUTO:

"Formare persone competenti"   gennaio - aprile 2017

- Materiali: slides del prof. Nicoli Dario Eugenio. Incontro del 31 gennaio 2017

Materiali: slides del prof. Nicoli Dario Eugenio. Incontro del 23 febbraio 2017

- Altri materiali

Gli incontri di dipartimento sono fissati per i giorni:

-14 marzo e 16 marzo durante i quali sono da svolgere due compiti:
- completare la valutazione delle prove esperte  - per chi non l'ha già fatto .

- Scegliere un caso reale di didattica per compiti di realtà, con preferenza per l'alternanza, e spiegare l'impianto di valutazione adottato, specie come si giunge ad inserire voti nelle discipline coinvolte e nella condotta.
Nella cartella in condivisione è presente uno schema di riferimento modificabile in base alle prassi in uso nell'istituto (specie per le rubriche). Il nesso centrale è dato dal legame tra compiti, competenze, saperi e aree/discipline: più i dipartimenti lavorano per competenze (quali padronanze devono mostrare i ragazzi perché si possa dire che conoscono davvero), più risulta facilitata la valutazione.

Sitografia consultata:

http://www.piazzadellecompetenze.net/index.php?title=I_Progetti_FSE_per_la_descrizione,_valutazione_e_certificazione_delle_competenze#Strumenti_di_didattica_per_competenze:_Unit.C3.A0_di_Apprendimento_e_prove_esperte_.28autori:_le_Reti.29 

https://competenzesecondociclousrfvg.jimdo.com/competenze-1-prove-esperte/

 

 

CORSO DI FORMAZIONE "LA TECNOLOGIA NELLA DIDATTICA CON LE LIM" - Corso Base e COrso Avanzato di 25 ore totali

 

CORSO DI FORMAZIONE TEORICO-PRATICO PER DOCENTI SPECIALIZZATI: “Autismo e ABA a scuola”, organizzato da CTS Lecce (cfr. Portale www.ctslecce.gov.it)

 

CORSO DI FORMAZIONE TEORICO-PRATICO PER DOCENTI SPECIALIZZATI “La CAA a Scuola:progetti di CAA  per Condividere Accogliere Ascoltare” (cfr. Portale www.ctslecce.gov.it)

 Programma Corso avanzato di CAA

 

 

 

FORMAZIONE PROPOSTA DALLE SCUOLE DELL'AMBITO 17:

 Offerta formativa Ambito 17

 

 

 FORMAZIONE DA SOGGETTI ESTERNI:

 

 

 

 

 

 

 

ARCHIVIO - Sino all'a.s. 2015-2016 (a cura della Prof.ssa Maria Rosaria Panareo)