Questo sito implementa cookie tecnici e di profilazione. La prosecuzione della navigazione o l'interazione con la pagina, come l'esecuzione di un attività di scrolling dei contenuti o il click su un elemento, comporta la prestazione al consenso dell'uso dei cookie.

Documentazione multimediale

GIORNATA MONDIALE DEL TEATRO - 27 marzo

..Si possono fare figli senza relazioni umane, ma il Teatro esiste solo quando due persone condividono lo stesso spazio e tempo….è un bisogno di cambiamento e trasformazione, che prende diverse forme..”. Sono le parole di Julia Varley, esperta di pedagogia teatrale, e nella Giornata mondiale del teatro in un momento storico in cui si vive in isolamento, lontani dai contatti, dalla condivisione degli spazi queste parole sono quanto mai azzeccate. Helene Weigel, la straordinaria Madre Coraggio di B. Brecht, da attrice, nel 1967 sottolineava come con il lavoro degli attori “ si cerchi di rendere il nostro pianeta adatto a vivere”. La giornata mondiale del teatro non nasce solo per ricordare e celebrare questa straordinaria arte performativa, ma anche per diffondere l’impegno nell’educazione delle arti dello spettacolo sia per i principianti che per i professionisti, dunque abbiamo bisogno non solo di attori ma di persone capaci di divulgare la conoscenza, la pedagogia, la cultura e non ultimo il piacere di questo straordinario linguaggio.

“ Il teatro è poesia che esce da un libro per farsi umana”, lo diceva Garcia Lorca, noi ogni tanto la facciamo uscire dai libri questa poesia per andare a vedere in teatro quello che studiamo, quello che leggiamo non solo per capirlo meglio ma per il piacere di gustare ciò che è più reale del reale, per citare de Filippo, anzi “ per vivere sul serio quello che gli altri nella vita recitano male”, dunque per il piacere di assistere alle tante verità che si mettono in scena: “la vita è piene di tante assurdità le quali non han neppure bisogno di parer verosimili, perché sono vere”(Pirandello). Il messaggio di Shaid Nadeem, giornalista, drammaturgo e regista teatrale pakistano, a proposito di questa giornata è questo: “…il teatro ha un ruolo…quello di spingere l’umanità a resistere alla sua caduta nell’abisso”…allora perché non dare noi questo contributo nella speranza che questo”abisso”si allontani sempre più e nel più breve tempo possibile?

Gli alunni e le alunne di 3E BS, coordinati dalla prof.ssa Pati Stefania ( Lorenzo M., Margelletti M., Natale L., Rescio G.) hanno prodotto un video per celebrare questa giornata.

 Benvenuti a teatro, a cura di Lorenzo Matteo Margelletti Martina, Natale Lucrezia,Rescio Giorgia 3E BS (Video)

 Seguono due piccole opere che hanno partecipato al concorso nazionale indetto dal MIUR, in collaborazione con ITI e UNESCO “ Scrivere il teatro” a.s. 2019-20 inerente la celebrazione della Giornata Mondiale del teatro:

NERA MALPELLE di Erika Capoccia IVA AFM

"ME LO POTEVI DIRE …CLIMA” di Andrea Fumarola, Enrico Bizzarro e Andrea Castelluccio VA AFM

Inotre: 

La poesia diventa teatro, a cura di Capirola Benedetta, 3E BS (video)

 Estratto dal testo" Nera Malpelle” di Erika Capoccia IVA AFM (Video)

 

IL DANTEDI’... a distanza - 25 marzo 2020

Mai come in questo periodo di tempo sospeso , di atmosfera irreale in cui le aule di tutte le scuole attendono nel vuoto dei loro spazi, la poesia sembra adatta a colmare quel vuoto, a ridurre le distanze a cui forzatamente un’epidemia ci ha costretto. Dove si riduce il contatto e la parola che di quello è parte integrante soprattutto per noi insegnanti che ci connota e si trasmette quotidianamente, la poesia, l’arte, la letteratura, la parola che si disegna nelle sue varie forme può allentare la tensione che ci costringe all’isolamento. Ecco che l’occasione per celebrarla quella parola e quella poesia ci viene offerta dal Dantedì che oggi si celebra e a cui vogliamo dedicare il nostro contributo.

Dunque anche a distanza non ci fermiamo, continuiamo a parlare di poesia e a festeggiare alcuni eventi se pure dietro piattaforme, in contatto virtuale a coordinare il lavoro dei nostri alunni, a guidarli, ad accompagnarli in questo difficile percorso  e momento storico. Noi ci siamo e leggiamo.

La classe 3E BS, coordinata dalla prof. Stefania Pati,  ha prodotto diversi materiali per ricordare il Sommo poeta, non si sono tirati indietro, anzi entusiasti di mettere in pratica alcune conoscenze e nel fare tesoro delle nostre letture in classe e dello spettacolo teatrale La Divina Commedia, visto a gennaio, gli alunni hanno rappresentato a loro modo ciò che più li ha interessati.

Dante il Sommo poeta (ebook)

Opere e poetica di Dante Alighieri (ebook) 

Il Canto V (video)

 

8 marzo - Giornata internazionale dei diritti della donna

 

La nostra scuola, in occasione del prossimo “8 Marzo”, vuole fermarsi a riflettere sull’importanza di essere donna e sulle discriminazioni e le violenze di cui le donne sono state e sono vittime nel mondo. Lo fa con questo contributo video realizzato dagli studenti della classe IV ABS guidati dalla prof.ssa Stefania Manco.

Il lavoro ha il suo fulcro nei monologhi delle due voci narranti, le alunne Gaia Perrone e Chiara Camassa, che interpretano un testo da loro scritto, dal titolo “Blue Girl” con il quale hanno partecipato al Concorso Nazionale “Scrivere il teatro” a.s.2019/2020 inerente la celebrazione della Giornata Mondiale del teatro 2020, organizzata dal MIUR in collaborazione con ITI e UNESCO.

 

Leggi tu che leggo anch'io

 Guarda il video su youtube...

Giornata della memoria, 27 gennaio 2020

Nel quadro delle iniziative per ricordate le vittime della shoah e tutti quelli che si sono opposti allo sterminio nazista si inserisce l’attività di lettura curata dalla docente di Lettere Alessandra Tamborrino svolta dalla classe 3 A BA, che ha scelto di conoscere da vicino la senatrice Liliana Segre, sopravvissuta e testimone autentico della immane tragedia che tutti conosciamo come “Shoah”.

Gli studenti hanno letto il suo libro “La memoria rende liberi” e ne hanno tratto una recensione e una riflessione personale.